Il ruolo educativo del padre

Né padre padrone, né padre peluche: c'è un'altra possibilità.

La figura educativa del papà ultimamente è in crisi e le conseguenze sono rilevanti per la crescita e lo sviluppo dell'autonomia di bambini e ragazzi. La questione è come aiutare i nuovi padri a sviluppare un’azione formativa più specifica che superi i modelli passati ed eviti anche la confidenza eccessiva.

Serve decisamente cambiare marcia e riprendere in mano il ruolo del padre che deve essere in grado di fornire una mappa regolativa del vivere, stimolare una crescita attiva e insegnare ai figli a orientarsi nel mondo. La sua figura, che si confronta con la madre, accompagna nella crescita e soprattutto è capace, quando è necessario, di dire “no”.

È Importantissima la regolazione partena in adolescenza quando i figli vogliono giustamente allontanarsi dal nido materno. Si tratta di mettere i paletti necessari senza diventare soffocanti.

Altre pagine che potrebbero interessarti

Come attivare una Scuola Genitori sul tuo territorio

Scopri come attivare una Scuola Genitori CPP.

Consulenza pedagogica per genitori

Il servizio di consulenza pedagogica, diretto da Daniele Novara, si svolge via Skype e presso le sedi CPP di Milano, Piacenza e Brescia.

< Indietro
Il ruolo del padre
Vuoi attivare una Scuola Genitori sul tuo territorio?
Scrivici una mail oppure chiamaci allo 0523498594
Iscriviti alla newsletter