Scuola Genitori CPP Online con Daniele Novara

3 incontri per genitori sui temi del silenzio attivo, la convergenza educativa sul codice paterno e la gestione dei bambini tirannici

27 Maggio 2020 - Incontri online

Termina il 17 Giugno 2020

Durata: 3 incontri online dalle 21.00 alle 23.00 (27 maggio - 3 giugno - 10 giugno)

Il secondo ciclo di incontri Scuola Genitori CPP online è formato da 3 serate curate dal pedagogista Daniele Novara per aiutare i genitori nel loro importante compito educativo.

Tre appuntamenti da non perdere (dalle 21.00 alle 23.00) a partire dal 27 maggio al 17 giugno per affrontare tre temi caldi: le strategie efficaci per gestire la comunicazione con i figli, la convergenza sul codice parteno in adolescenza e le mosse giuste per gestire o meglio evitare di crescere un figlio tirannico o una figlia tirannica.

Le iscrizioni sono chiuse, a breve pubblicheremo il terzo ciclo di incontri Scuola Genitori.
La quota di partecipazione comprende tutti e 3 gli eventi online con Daniele Novara, Massimo Lussignoli e Marta Versiglia.

È possibile rivedere le videoregistrazione degli incontri (fino alla fine di giugno).
Per informazioni: info@cppp.it oppure 3346980367 (dalle 9.00 alle 17.00 da lunedì a venerdì).
Tutti gli iscritti potranno partecipare alle 3 dirette online (27 maggio - 3 giugno- 10 giugno).

Scuola Genitori CPP Online con Daniele Novara

Una strategia efficace per favorire l’autoregolazione dei figli, con Daniele Novara mercoledì 27 maggio dalle 21.00 alle 23.00

Il silenzio attivo è una strategia, ideata da Daniele Novara, per comunicare con i figli nelle situazioni critiche.

È efficace con preadolescenti e adolescenti, ma anche con quei bambini cosiddetti “tirannici” che sembrano voler comandare sui genitori. È la cosiddetta tecnica del “silenzio attivo”. Agisce nella logica della comunicazione e del contenimento, e offre un’occasione di chiarimento della situazione aiutando bambini, ragazzi e adulti a uscire dall’arroccamento e dalle pretese reciproche.

Si tratta di una sorta di “semaforo rosso”, non certo di una punizione. Il semaforo segnala i comportamenti da tenere in una data circostanza e favorisce l’autoregolazione.
Attenzione, però, a essere chiari e concisi: un “silenzio attivo” introdotto da un eccesso di verbalizzazione rischia di confondere ancora di più le idee. 

Meglio essersi organizzati e attivarlo nelle situazioni che richiedono una mossa nuova per scardinare dinamiche inefficaci. 

La serata servirà ad imparare una tecnica nuova che libera dalle urla e restituisce autorevolezza al ruolo genitoriale.


Convergenza educativa sul codice paterno in adolescenza

ATTENZIONE: questo incontro è stato posticopato a mercoledì 17 giugno sempre dalle 21.00 alle 23.00.
La convergenza educativa sul padre e sul codice paterno in adolescenza, con Massimo Lussignoli.

Se durante tutta l’infanzia, fino ai 10 anni, la mamma ha avuto un ruolo prevalente nella gestione dei figli, non tanto perché ha deciso da sola senza consultare il partner ma perché ha sempre avuto una maggiore responsabilità nella comunicazione educativa, nella pre e nell’adolescenza arriva il tempo del padre e del codice paterno.

Fino a 10 anni i figli tendono a rivolgersi alla madre, che viene giustamente riconosciuta come il loro referente principale: nel gioco di squadra genitoriale la mamma si muove più in attacco e il padre un po’ più nelle retrovie. 

Ma, a partire dagli 11 anni, le funzioni di accudimento materno si sono sostanzialmente esaurite e i ragazzi e le ragazze si trovano ad affrontare il lungo cammino che progressivamente e necessariamente li porta sempre più fuori dal nido familiare. Ed ecco che a questo punto i ruoli si devono invertire e viene l’ora del padre e del codice paterno, che ha proprio la funzione di sostenere e regolare i figli nel passaggio dall’infanzia all’età adulta. 

Quello della preadolescenza e dell’adolescenza è un periodo molto lungo, che ormai si considera durare dai 12 ai 24 anni, e che è reso sempre più difficile da modalità educative troppo orientate alla gradevolezza e alla conversazione.
Ogni adolescente ha bisogno di un “genitore resistente” che non vuol dire duro o rigido, ma che sappia negoziare le regole, presidiarle, delimitare i necessari argini alle eventuali trasgressioni. 

Nell’incontro i genitori potranno cogliere l’efficacia di questo approccio nell’educazione dei loro figli.


Scuola Genitori CPP Online sul bambino tirannico

"Aiuto! Ho un bambino tirannico!"  
Le regole per non crescere un tiranno, con Marta Versiglia, mercoledì 10 giugno dalle 21.00 alle 23.00

Come si è creato quel fenomeno piuttosto attuale per cui, da un passato di tiranneggiati, i bambini finiscono oggi per tiranneggiare, se non addirittura comandare, i genitori? 
Normalmente il bambino tiranno è coinvolto in decisioni che non è in grado di gestire e quindi entra in confusione. Questi episodi cosa ci dicono? 

Durante questo incontro della Scuola Genitori conoscerai le 5 MOSSE per evitare i comportamenti tirannici nei figli. 

Staff

Daniele Novara

Fondatore e direttore del CPP, pedagogista e autore

Marta Versiglia

Pedagogista e counselor maieutico

Massimo Lussignoli

Pedagogista, formatore e counselor

Costo

17,5€ per partecipare alle 3 dirette online

Puoi consultare la nostra politica rimborsi a questo link.

< Indietro
Scuola Genitori CPP Online seconda edizione