Milena Santerini

Docente di Pedagogia presso l'Università Cattolica di Milano.

Docente di pedagogia presso l’Università Cattolica di Milano, direttrice del Centro di Ricerca sulle relazioni interculturali e vicepresidente della Fondazione del Memoriale della Shoah di Milano, è stata deputato in Parlamento durante la XVII Legislatura e membro della Commissione Cultura, istruzione e sport della Camera oltre che delegata presso il Consiglio d'Europa, nella Commissione uguaglianza e non discriminazione.
Fra le recenti pubblicazioni, ricordiamo "Educazione interculturale e mondo globale", (Mondadori, Milano 2017); insieme a Piergiorgio Reggio, "Le competenze interculturali nel lavoro educativo" (Carocci, Roma 2014), e "Educazione morale e neuroscienze: la coscienza dell'empatia" (La Scuola, Brescia 2011).


La scuola come laboratorio di cittadinanza

A partire dall’ultimo libro “La mente ostile” percorreremo le tappe che possono portare a razzismo, intolleranza, ostilità nei confronti dell’altro. Cosa succede nella nostra testa? Possiamo sfuggire al giudizio nei confronti di chi non è come noi? Come si può lavorare con le giovani menti affinché si possa creare consapevolezza nell’avvicinarsi all’altro? Quanto la scuola può fare per “imparare a pensare” invece che andare sull’onda lunga del così fan tutti? Il pregiudizio è inevitabile ma l’educazione può aiutare a comprendere che l’uniformità è pericolosa e la diversità è vero valore e ricchezza. L'educazione civica è necessaria per attivare veri e propri laboratori di cittadinanza, a partire dai più piccoli.

< Indietro
Milena Santerini