Vent’anni al servizio dell’educazione

Rivista Conflitti n°1 - 2022

RIVISTA CONFLITTI: VENT’ANNI E NON SENTIRLI…

Il nuovo numero di Conflitti è davvero un “numerone” di ben 96 pagine. 

Oltre alle rubriche che i lettori conoscono ne abbiamo una in più tenuta dal maestro elementare e giornalista Alex Corlazzoli.

Per il Focus Filippo Sani ci parla di carenza conflittuale declinata alla quotidianità e a fatti di cronaca, ci sono le recensioni di film, libri per bambini e libri per il mondo dell’educazione. Il Dossier è davvero un po’ speciale. Abbiamo esplorato tutti i numeri dei vent’anni trascorsi e ne abbiamo scelti alcuni che potremmo definire “evergreen”.

Riguardando indietro siamo cambiati, il comitato di redazione si è evoluto, alcune persone sono rimaste e altre hanno lasciato. La vita di una rivista ripercorre quella di ognuno di noi, è una “creatura” con tutti gli intoppi, i balzi in avanti e i momenti di crisi.

Ci siamo affinati nel modo di scrivere, eravamo più incerti e senza dubbio meno esperti di comunicazione, la voglia di scoprire, la curiosità di esplorare, il desiderio di portare alla luce il senso vero dell’educare e la difesa dei più piccoli, quelli sono rimasti identici.

E abbiamo mantenuto la carta! Stiamo uscendo, dopo vent’anni, ancora in formato cartaceo quasi a sfidare un mondo che vuol portare tutto online.

Coraggio o incoscienza? A noi piace chiamarlo coraggio e tempra!

Abbiamo scelto alcuni articoli, una manciata proprio, che in qualche misura hanno segnato il passo, una sorta di traccia del nostro lavoro,abbiamo scelto alcune inchieste come la permanenza nel lettone di bambini e bambine, l’insulto degli adolescenti nei confronti dei genitori e la “Tv a capotavola” come direbbe Mario Lodi.

Tra i temi significativi i litigi dei bambini, la maieutica come metodo, la valutazione evolutiva, il “morsicatore”, il dramma della medicalizzazione dell’infanzia e della scuola, solo per citarne alcuni.

A margine dell’articolo, riproposto così come lo avevamo scritto, si trova un breve commento, una sorta di richiamo all’oggi, tanto per confermare che le tematiche trattate sono ancora ben presenti o per scoprire, con il senno di poi, di essere stati profetici per molti aspetti.

Rileggere e riproporre alcuni scritti ci ha portato al desiderio di riprendere in mano le inchieste, di verificare che cosa sta succedendo oggi alla luce di quello che avevamo scoperto ieri. Il fenomeno smartphone, ad esempio, ci porta lontanissimi dalle preoccupazioni degli spot sulla testa dei bambini, aggiorniamo il tutto spostando l’attenzione sugli strumenti ma non sui contenuti.

Speriamo che questa operazione di esplorazione di alcune tracce del nostro vissuto risulti gradita ai lettori, qualche affezionato e fedelissimo le ritroverà, per altri potrebbero essere inediti interessanti da scoprire. Buona lettura e… aspettiamo i vostri feedback in redazione!

Copertina Conflitti 1-2022

< Indietro
Rivista Conflitti 1- 2022