Né buoni né cattivi

L'alfabetizzazione al conflitto per una nuova cittadinanza

Convegno Nazionale CPP - 12 ottobre 2019 a Milano 

Informazioni

Fabrizio Lertora

Formatore e consulente organizzativo

È esperto di progettazione e organizzazione, coordinamento e conduzione di gruppi di lavoro, da diversi anni si occupa di tematiche inerenti la gestione dei conflitti, la dinamica di gruppo, i processi organizzativi e collaborativi. Si occupa professionalmente di consulenza su progetti e problematiche di tipo organizzativo.
Tra le pubblicazioni:

- Ha realizzato il capitolo sulla negoziazione nel libro di D. Novara, La grammatica dei conflitti. L'arte maieutica di trasformare le contrarietà in risorse, Sonda, Casale Monferrato, 2011. 
- Fabrizio Lertora, Il Gruppo di volontariato: istruzioni per l'uso, Genova, CELIVO (Centro Servizi al Volontariato Genova), 2001.
- Fabrizio Lertora, Rappresentazione e decostruzione dell'immagine del nemico (Saggio) (on-line su http://www.iprase.tn.it/old/intercultura), 2003
- Fabrizio Lertora, I Care: un Kit per educare alla cittadinanza attiva e alla solidarietà, Genova, CELIVO (Centro Servizi al Volontariato Genova), 2007

e-mail: fabrizio.lertora@cppp.it

Corsi correlati

Coordinare i gruppi di lavoro - Piacenza ottobre 2019

24 Ottobre 2019 - Piacenza

Lo sviluppo del potenziale dei singoli e la costruzione, evoluzione e manutenzione dei gruppi di lavoro.

Leadership e conflitti - Piacenza novembre 2019

29 Novembre 2019 - Piacenza

Una leadership efficace trasforma le contrarietà in occasioni di crescita formativa.

La conduzione maieutica dei gruppi - Milano dicembre 2019

5 Dicembre 2019 - Milano

I gruppi di lavoro, di progetto, di coordinamento, di apprendimento sono il contesto favorevole allo sviluppo del potenziale dei singoli.

Pubblicazioni correlate

La grammatica dei conflitti

La grammatica dei conflitti suggerisce strumenti utili per leggere le situazioni conflittuali.

I media ne hanno parlato qui:

Il grande equivoco del capirsi al volo

"Se ci capiamo al volo siamo uguali e quindi innocui l’uno per l’altro..."

< Indietro
Fabrizio Lertora