Le regole come spazio di libertà... da trasgredire

Di: Paola Cosolo Marangon

Le regole sono fondamentali per la crescita di ogni bambino.

Le regole sono fatte anche per essere trasgredite e spesso la trasgressione porta a vivere emozioni contrastanti da parte del genitore.

“Sono io che non so dare le regole? Sono i figli che si divertono a provocare in continuazione? Sarò mai un genitore competente?”

La trasgressione della regola fa parte della crescita evolutiva, ogni bambino e adolescente deve tastare il terreno e capire fino a che punto può agire in maniera autonoma, può crearsi un vivere a sua dimensione, può far arrabbiare il genitore e può arrabbiarsi.

La trasgressione è sinonimo di crescita, di normale conflittualità dentro la relazione genitori figli, sta dentro un cammino che per essere interessante non può essere eccessivamente lineare. Un po’ di curve ci stanno, anche perché è importante imparare a stare dentro la complessità. Sia per i genitori che per i figli.


Il webinar CPP "Le regole per educare alla libertà" è in calendario per giugno 2021 (clicca qui per saperne di più) con Laura Beltrami e Elena Passerini.


Regole non comandi - Paola Cosolo Marangon

Nella gestione della conflittualità familiare è chiaro che sono i genitori a dover tenere le fila, non si possono permettere di delegare al figlio la responsabilità della sua crescita, anche relazionale.

È il genitore che deve saper trasferire la sua fermezza nella quotidianità, dentro un rapporto affettivo significativo ma altrettanto formativo e fermo.

La trasgressione della regola presuppone una risposta decisa, che riporti alla cornice e che sappia stare dentro un ambito dove il giudizio sulla persona non entra mai.

Aiutare i bambini a vivere il proprio spazio in maniera libera, collocando sapientemente i paletti dove si ritiene vadano collocati, aiuta non solo il figlio/a a stare dentro un comportamento adeguato ma lo aiuta a formarsi una competenza sociale e civica.

È proprio da lì che parte la possibilità di stare dentro una collettività, sapendo che alcune cose non possono essere fatte ed altre si. Tutto comincia dal nido, dalla propria casa e, ovviamente, dall’esempio che in casa un bambino riceve. A seguire la scuola, l’ambiente sportivo, culturale, associativo…

Ma prima di tutto la casa. Le regole sono fondamentali per la crescita di un bambino, di una bambina e saper fornire regole adeguate, comprensibili ed effettivamente sostenibili è compito primario del genitore.

Lasciamo i comandi a chi li deve utilizzare, in casa proviamo a costruire quello spazio di libertà che fa capire al figlio che vivere assieme, nel rispetto reciproco è una grande possibilità, non un limite.

La regola è un vero e proprio spazio di libertà, consente al figlio di sapere fino a dove si può arrivare e dove invece scatta il limite.


Paola Cosolo Marangon,  vicedirettrice rivista Conflitti e consulente pedagogica.

Staff

Paola Cosolo Marangon

Formatrice e consulente pedagogica

Corsi correlati

Rivista Conflitti:

Rivista Conflitti

Rivista italiana di ricerca, formazione psicopedagogica e gestione dei conflitti, diretta dal pedagogista Daniele Novara

< Indietro
Le regole come spazio di libertà