WhatsApp e Facebook a otto anni? Sbagliatissimo

Articolo pubblicato su "Libertà", 02/04/2017

L'appello del pedagogista Daniele Novara alla lezione della Scuola Genitori

WhatsApp e Facebook a otto anni di età? Sbagliato. Così come il passeggino fino ai quattro, o la pizza tagliata nel piatto dalla mamma a dieci. Bisogni fasulli, che i genitori dovrebbero evitare per concentrarsi invece sulle scelte di vita veramente educative per i propri figli. L'appello alle mamme e ai papà arriva da Daniele Novara che con questo insegnamento ha chiuso la sesta edizione della Scuola Genitori di Piacenza. L'incontro conclusivo si è svolto sul ema L'essenziale per crescere, che è anche il titolo del suo ultimo libro. Così come nel volume, l'autore ha voluto analizzare alcuni aspetti educativi dei genitori di oggi. "Sono sempre più fai-da-te - ha detto - senza un background scientifico o culturale. In questo modo, però, mamme e papà portano troppo avanti nel tempo alcune abitudini sbagliate". per esempio "quella di permettere al bambino di dormire nel lettone, o di portare il pannolino di notte anche quando non ne avrebbe più bisogno. Vanno evitati anche il passeggino oltre un certo limite, alcuni lo fanno anche fino ai quattro anni di età, o tagliare la pizza nel piatto fino a dieci". Novara ha preso in esame in particolare il ruolo della tecnologia: "Non tutti sanno infatti che WhatsApp è vietato sotto i 16 anni di età e Facebook sotto i 13, c'è un motivo. Questi strumenti non fanno bene alla crescita, e in generale i videoschermi interferiscono con i reali bisogni educativi. Esistono addirittura delle app per i piccoli di sei mesi, ma a quell'età il bambino non deve toccare uno schermo, bensì degli oggetti o altre cose per aumentare le proprie capacità sensoriali".

 

Articolo di Gabriele Faravelli

Staff

Daniele Novara

Fondatore e direttore del CPP, pedagogista e autore

Pubblicazioni correlate

L’essenziale per crescere

L’essenziale per crescere affronta il tema spinoso delle scelte educative fondamentali per chi ha figli da 0 a 13 anni.

< Indietro
WhatsApp e Facebook