Né buoni né cattivi

L'alfabetizzazione al conflitto per una nuova cittadinanza

Convegno Nazionale CPP - 12 ottobre 2019 a Milano 

Informazioni

Sculacciare i bambini non è la strada per la risoluzione dei loro problemi

Articolo pubblicato su "Anspi", n. 2 marzo-aprile 2016

Botte e mortificazioni in passato erano regola nel metodo educativo secondo l'idea che chi ha fatto un errore ne paga le conseguenze. Ma l'insegnamento che viene dalle punizioni è contrario all'obiettivo.

"Ai bambini non servono genitori che li divertano a ogni costo: non è necessario essere i loro maggiordomi. L’obiettivo è congedarsi dal mondo delle punizioni per costruire quello del contenimento educativo nelle situazioni critiche [...] L’educazione non è obbedienza ma organizzazione: capacità cioè di strutturare confini e autonomie secondo la fase psicoevolutiva corrispondente".

Staff

Daniele Novara

Fondatore e direttore del CPP, pedagogista e autore

Documenti collegati

< Indietro