Lettera aperta a tutti i papà

Per il vostro contributo differente, coraggioso e quotidiano.

Durata: tempo di lettere 2 minuti

Cari papà,
vorrei dirvi prima di tutto che siete fortunati: questo tempo vi offre grandi opportunità per fare i padri, per mettervi al servizio della crescita dei vostri figli, facendo gioco di squadra con la madre finalmente liberi dal confronto con i padri che vi hanno preceduto. Oggi potete abbracciare i vostri figli senza essere considerati deboli, potete dare le regole che servono a bambini e ragazzi senza essere associati ai padri autoritari o “padroni”. Ma, per usare bene questa opportunità, vi invito “saperci fare”. Cioè a uscire da un certo spontaneismo che porta a comportarsi così come viene, come ci si sente. No: siate autentici, accettate la sfida del momento e ciò che serve fare, fatelo. Questo è saperci fare. E richiede esperienza e autenticità.

Dalla parte dei genitori - Convegno Cpp 2019

Con i figli, poi, non commettete l’errore di ipotecare il loro futuro o biasimare le loro scelte: spesso noi genitori abbiamo la tentazione di confezionare il futuro dei figli. Invece il loro destino è diverso dal vostro, ancora tutto da costruire. Sosteneteli nei loro progetti, senza confonderli con i vostri. E continuate a battervi per i vostri desideri: testimonierete che la vita è interessante, bella, assurda talvolta e meritevole di essere vissuta. Allo stesso tempo, cari padri, permettete ai ragazzi di vivere anche nelle difficoltà, nella frustrazione. Il motto dev’essere: “non è tutto qui, c’è molto da realizzare, da fare, da trovare, da comprendere. È questo il contributo del tuo stare al mondo”.
È importante , perché non si perdano in una sorta di illusoria compiutezza, convinti che tutto sia già stato realizzato. E, poi, quando crescono, liberateli dalla tirannia materna: non aspettano altro per poter passare dall’infanzia all’adolescenza e, poi, dall’adolescenza all’età giovanile. Per farlo ricorrete a quella semplice capacità di mettervi tra i vostri figli e la loro madre: è un vostro compito, e anche le madri lo desiderano tanto. Fatevi valere, non per la vostra aggressività o arroganza o per interventi straordinari e occasionali, ma per il vostro contributo differente, coraggioso e quotidiano.
Auguri a tutti i papà!

Di Paolo Ragusa, 16 marzo 2019

Staff

Paolo Ragusa

Responsabile della formazione, counselor e formatore

Altre pagine che potrebbero interessarti

Consulenza pedagogica a Milano, Piacenza, Genova e Brescia

Lo sportello di consulenza è una forma innovativa di aiuto per sostenere i genitori nel loro ruolo educativo.

Pubblicazioni correlate

Imparare a dire no

Saper dire NO costituisce un passo considerevole nell’accrescimento delle competenze comunicative.

Il potere del sì

Per pronunciare con la giusta consapevolezza quei “sì” che ci permettano di affrontare sfide, difficoltà e cambiamenti.

< Indietro
Lettera aperta a tutti i padri di Paolo Ragusa - 2019
Iscriviti alla newsletter