Le punizioni non servono?

Articolo pubblicato su "Vivere sani e belli", 04/07/2016

Un pedagogista propone di abolire i castighi. Ma se i figli non obbediscono che cosa si può fare?

  • Continua a prendere brutti voti a scuola.

Se ha un rifiuto nei confronti della scuola e continua a prendere brutti voti, come si può riportarlo "in carreggiata"?

  • Si rifiuta di collaborare in casa

Un'altra situazione ad alto rischio punizione è quando il figlio non sistema la stanza, non aiuta nei lavori domestici o non torna a casa all'ora prevista

  • Risponde sempre male

Di usare toni più educati non ne vuole saperere e non sappiamo più come comportarci: qual è la soluzione?

  • Il bambino fa i capricci a tavola

Piange, lancia le verdure sulla tovaglia e non vede l'ora di alzarsi dalla sedia: come "domare" un piccolo selvaggio?

  • L'intervista

"Mai interrompere il rapporto di fiducia"

 

Servizio di Antonella De Minico

Staff

Daniele Novara

Fondatore e direttore del CPP, pedagogista e autore

Documenti collegati

Pubblicazioni correlate

Punire non serve a nulla

Punire non ha nulla a che vedere con l'educazione. Le punizioni sono elementi estranei ai processi educativi.

< Indietro