La Scuola Genitori fa il pieno

Punire non serve a nulla - come educare i figli senza mortificarli (primo appuntamento 2016 Scuola Genitori Milano)

4 Febbraio 2016

Tante domande e tanta voglia di imparare

Punire non serve a nulla - come educare i figli senza mortificarli: questo era il tema della serata all'Auditorium Don Bosco per il primo appuntamento 2016 della Scuola Genitori. Ed era facile immaginare che l’argomento suscitasse l’interesse di tanti, ma un successo così grande - con la sala strapiena, più di 600 persone presenti - non era davvero prevedibile.

Sicuramente la questione delle punizioni oltre che molto attuale è molto sentita dai genitori, che si pentono subito dopo aver dato uno schiaffo o aver detto una parola di troppo. Che sanno che un castigo, una mortificazione non serve, ma spesso non trovano alternative. Che non hanno idea di come comportarsi e di come gestire situazioni famigliari ad alta tensione.

Di tutto questo ci parla Daniele Novara, pedagogista e direttore CPP, e protagonista della serata del 1° febbraio. Se guardiamo le famiglie di oggi e le situazioni quotidiane più frequenti capiamo che c’è qualcosa che non va: non è accettabile il papà peluche, ossia bravo solo a far divertire o la mamma patella che si appiccica ai figli con una cura che diventa sottomissione.

È evidente un’inadeguatezza dei ruoli ed è facile capire che poi basta un niente per arrivare a situazioni estreme opposte: non appena c’è un momento di crisi si degenera nelle punizioni.

Fermiamoci! Né essere troppo accondiscendenti, né ricorrere alla mortificazione sono metodi che funzionano. Anzi si procede di male in peggio, per tutta la famiglia.

Si può riuscire a contenere i figli sfruttando le conoscenze che abbiamo e facendo leva sulle loro predisposizioni naturali. Il principio chiave dell’educazione non è l’obbedienza ma l’organizzazione, la capacità cioè di strutturare confini e autonomie secondo la fase psicoevolutiva corrispondente.

In pratica, l’esperienza ci insegna che tutti i bambini si modellano su padri e madri cercando il loro consenso. L’adolescente, invece, vive un momento diverso in cui cerca intenzionalmente di allontanarsi dalle figure genitoriali.

Tenendo conto di queste variabili possiamo creare condizioni per un adeguato contenimento educativo che rendono assolutamente inutili le punizioni.

Durante l’incontro vengono raccontate situazioni che tutti come genitori più o meno da vicino conosciamo. E in certi casi, ci siamo proprio passati in prima persona, forse per questo il pubblico della serata era così attento.

Il discorso prosegue, sempre più nel concreto. Quello che risulta fondamentale a livello formativo è il gioco di squadra fra gli adulti, ossia la sintonia sostanziale sulle decisioni educative che creano regole condivise.

Poi, altrettanto importante, è la chiarezza delle procedure: le regole non sono comandi, non sono urla, non sono sgridate. E qui ci si riallaccia strettamente al tema dell’appuntamento della Scuola Genitori.

Citata come indispensabile è anche la sintonizzazione con l’età dei figli. Novara sottolinea che i bambini, i ragazzi non sbagliano, hanno realisticamente bisogno di imparare a vivere, di apprendere ciò che non conoscono.

Poi introduce il discorso relativo al silenzio attivo, una tecnica che sospende ogni forma di conversazione, specialmente di carattere confidenziale, segnalando che uno sconfinamento non può essere tollerato pena la dispersione del rapporto di crescita. Non è una reazione emotiva, ma una strategia educativa che se messa in pratica correttamente funziona.

Ed è una strategia che ci ricorda, ci insegna, che educare senza punire è possibile e realistico. Perché i genitori sono la più grande risorsa che i figli hanno. Fare le mosse giuste è il nostro compito.

 

Prossimo appuntamento con la Scuola Genitori, il 7 marzo 2016.

Daniele Novara presenta Claudio Riva: "Non stressiamoli prima del tempo. Le giuste tappe per crescere bene".
La crescita non è una gara a chi arriva prima. I genitori aiutano i figli a vivere bene ogni momento della loro vita, senza forzare le tappe e senza precocità, rispettando i necessari passaggi.

Staff

Daniele Novara

Fondatore e direttore del CPP, pedagogista e autore

< Indietro
Scuola Genitori