Come evitare l’eccesso di medicalizzazione

Stampa la pagina

Curare con l'educazione.

Prima di cercare nei bambini e nei ragazzi presunte patologie neuroemotive e tentare diagnosi sempre più precise, anticipate, definite, psichiatriche. E prima di etichettarli come malati.

Prima di tutto questo occorre avere il buon senso di verificare se la loro educazione è corrispondente all'età e ai bisogni di crescita.

In questo senso è fondamentale riuscire a restituire a genitori e insegnanti potere, funzione e responsabilità. Perché etichettare i figli e conseguentemente medicalizzarli è una pratica rischiossima, oggi sempre più diffusa.

< Indietro
Come evitare l'eccesso di medicalizzazione