La lezione non serve

La scuola come comunità di apprendimento

Convegno Nazionale CPP 14 Aprile 2018 a Milano 

Informazioni

Non è colpa dei bambini

Curare con l’educazione.

6 Dicembre 2017

Durata: dalle 20.45 alle 22.45 circa

La Spezia

Primo incontro della Scuola Genitori di La Spezia dedicato a genitori, educatori e insegnanti.

"Non è colpa dei bambini" con il pedagogista Daniele Novara.
Curare con l’educazione.

Prima di cercare nei bambini e nei ragazzi presunte patologie neuroemotive e tentare diagnosi sempre più precise, anticipate, definite, psichiatriche. E prima di etichettarli come malati occorre avere il buon senso di verificare se la loro educazione è corrispondente all'età e ai bisogni di crescita.
In questo senso è fondamentale riuscire a restituire a genitori e insegnanti potere, funzione e responsabilità. Perché etichettare i figli e conseguentemente medicalizzarli è una pratica rischiosissima, oggi sempre più diffusa.

Il tema dell’incontro è tratto dall’ultimo libro di Daniele Novara “Non è colpa dei bambini”.

Gli incontri della Scuola Genitori di La Spezia sono a pagamento: 5 € a serata.
Iscrizione obbligatoria: scuolagenitori@isognidibenedetta.it o telefonicamente dalle 16.00 alle 19.00 al 3928462515

Staff

Daniele Novara

Fondatore e direttore del CPP, pedagogista e autore

Indirizzo

Presso il cinema Palmaria in via Palmaria (sotto la Chiesa).


Eventi collegati

Pubblicazioni correlate

Non è colpa dei bambini

Perché la scuola sta rinunciando a educare i nostri figli e come dobbiamo rimediare. Subito.

< Indietro
Non è colpa dei bambini
Gli incontri della Scuola Genitori di La Spezia sono a pagamento (5 € a serata) e si terranno presso il cinema Palmaria in via Palmaria (sotto la Chiesa).
Iscrizione obbligatoria: scuolagenitori@isognidibenedetta.it o telefonicamente dalle 16.00 alle 19.00 al 3928462515
In collaborazione con
Logo I sogni di Benedetta
L’associazione I Sogni di Benedetta nasce in memoria della piccola Benedetta Boracchia, una bambina di La Spezia, di 5 anni.
I familiari e gli amici della piccola Benny hanno deciso che dalla sua memoria doveva e poteva nascere qualcosa di buono e di bello, un segno piccolo ma importante da affidare al futuro per tanti altri bambini.