Centro psicopedagogico per la pace e la gestione dei conflitti

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


Punto 1

Chi siamo




Non confondere il conflitto con la violenza

Percorsi formativi consigliati dal CPP

So-stare nel conflitto


È la proposta più avanzata e organica per un apprendimento innovativo nella gestione creativa e maieutica dei conflitti. Consente di acquisire sia le necessarie attitudini personali sia gli strumenti operativi e professionali adeguati. L’approccio maieutico, proposto dal CPP, permette di utilizzare il conflitto per generare cambiamenti sostenibili tali da essere una grande opportunità in ambito intrapersonale, nel rapporto con gli altri, nelle relazioni d’aiuto e nel benessere organizzativo.
Clicca qui per info


Conflitti, litigi... e altre rotture
Mostra interattiva per ragazze e ragazzi tra gli 11 e i 15 anni

La mostra rappresenta un'occasione unica per affrontare in maniera diversa un elemento, il conflitto, che troppo spesso viene sovrapposto, semanticamente, alla guerra e alla violenza e che, nella nostra cultura è connotato di significati negativi e contradditori. La mostra insegna allora che conflitto e violenza sono due concetti antitetici, e che spesso la violenza nasce piuttosto come tentativo di sopprimere il conflitto, cioè la divergenza e la differenza.

Gestire la rabbia, stare nei conflitti

Data da definire

La rabbia appartiene alla sfera delle emozioni. Si tratta di un’esperienza forte e molto comune che ognuno vive secondo le proprie specificità individuali. Nel conflitto, specie interpersonale, la rabbia compare come elemento perturbante che spesso impedisce la relazione e il confronto. Ma la rabbia, non è il conflitto: ha una dimensione sostanzialmente individuale, e si manifesta anche a prescindere da una struttura relazionale. Mentre il conflitto ha bisogno della presenza di un altro per sussistere.

Clicca qui per info

La competenza conflittuale

Ogni conflitto è una risorsa e ha una risposta particolare, è una fonte di informazioni su di sé e sulle proprie relazioni; ogni conflitto ci dà un compito maieutico da individuare, rispettarlo e viverlo come apprendimento.
È possibile ritrovare un nuovo equilibrio e imparare da soli a gestire le proprie risorse per rendere le situazioni conflittuali un'occasione di crescita personale, relazionale e organizzativa.
Destinatari: responsabili di organizzazioni, educatori, insegnanti, formatori, genitori.
Clicca qui per info

Vivere i conflitti - Laboratorio di dinamiche di gruppo
Date da definire

La diversita' di ciascuno diventa ingrediente fondamentale nei processi collegati allo stare insieme e al lavorare insieme.
Il corso e' una situazione privilegiata e intenzionale per raffinare la propria sensibilita' personale di fronte al conflitto ed esplorare il proprio modo di viverlo.

Clicca qui per info


Torna ai contenuti | Torna al menu