Centro psicopedagogico per la pace e la gestione dei conflitti

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


Laboratorio di Conversazione Maieutica

Proposte per > Insegnanti e genitori > Percorsi didattici

LABORATORIO DI CONVERSAZIONE MAIEUTICA
per stimolare la discussione, il confronto e la riflessione personale

Jessica ha 15 e vive a Torino. Ha un profilo facebook e passa del tempo ad aggiornarlo. Ultimamente è strana: ha sbalzi d’umore, racconta cose che non corrispondono al vero.
Sua madre è preoccupata e un giorno decide di controllare il profilo della figlia. Scopre foto che la ritraggono in atteggiamenti ammiccanti e affronta Jessica.

Ha fatto bene questa mamma a mettere il naso nelle cose della figlia?

Tratto da una delle storie da cui parte un Laboratorio di conversazione maieutica

Siamo convinti che gli adolescenti abbiano una specifica vocazione introspettiva e una forte capacità di attivare processi di autoconsapevolezza e di auto comprensione, specialmente all’interno di una dinamica di gruppo.
Il Laboratorio di conversazione maieutica è l’occasione per dare ai ragazzi la possibilità di
poter esprimere la propria opinione, senza giudizi o impostazioni, e per far sperimentare loro una prova di democrazia diretta. I giovani di oggi sono spesso descritti come “spenti” o “dalle passioni tristi”: ma non è così e i laboratori che abbiamo realizzato ce lo hanno dimostrato! Questa visione è piuttosto il riflesso di un mondo adulto che tende a dare loro sempre meno fiducia.
Partendo da
storie vicine all'esperienza e alle problematiche dei ragazzi della Scuola Secondaria il Laboratorio offre loro la possibilità di confrontarsi, di sperimentare la possibilità di una relazione costruttiva con gli altri, di avere un'occasione in cui affrontare la conflittualità tra opinioni diverse sviluppando una riflessione autonoma su tematiche della propria età.
I Laboratori utilizzano l’innovativo strumento della
Conversazione Maieutica ideato da Daniele Novara.

Obiettivi

. attivare nei ragazzi e nelle ragazze un contatto con la realtà che li circonda e con le problematiche che presenta e che si potrebbero trovare a dover affrontare
. stimolare un
confronto e una discussione di gruppo
. offrire la possibilità di sperimentare un contraddittorio gestendo la conflittualità tra le diverse posizioni e consentendo a tutti di esprimersi
. far vivere
un’esperienza di partecipazione attiva e di democrazia diretta nella quale emerge l’importanza di avere e sviluppare un’opinione personale e motivata sulle problematiche della realtà


Destinatari
Ragazzi e ragazze dai 16 ai 20 anni in gruppo classe o in gruppo di più classi insieme

Per informazioni:

elisa.mendola@cppp.it


- Leggi P. Cosolo Marangon, La conversazione maieutica. Uno strumento nuovo per generare apprendimento sul conflitto, «Conflitti, Rivista italiana di ricerca e formazione psicopedagogica», 1/2010.


Torna ai contenuti | Torna al menu