Definizione di Counseling Maieutico

Stampa la pagina

È uno strumento innovativo ed efficace nato dopo anni di studio, lavoro e ricerca nell’ambito della gestione dei conflitti. È un approccio operativo.

Partiamo dal presupposto che il conflitto fa parte delle relazioni umane e che dal conflitto si può imparare. Allora, è logico arrivare a chiedersi: come aiutare le persone ad apprendere dai conflitti?

Il Counseling Maieutico nasce proprio dalla constatazione che affrontare e gestire un conflitto richiede un aiuto esterno. L'aiuto di qualcuno che attivi le capacità interiori della persona e sostenga un lavoro di lettura e analisi della situazione.

In questo senso la maieutica è un approccio originale perché si pone nella prospettiva di tirar fuori e sviluppare le capacità individuali. Si tratta di cogliere quali siano le risorse nella specifica situazione di difficoltà in modo che possano diventare non semplicemente un processo di cambiamento interiore, ma letteralmente un apprendimento operativo.

Nell’ultimo secolo varie discipline scientifiche  - dalla psicoanalisi alle scienze ecologiche e alimentari - hanno enfatizzato la competenze personali e di gruppo basate sulla motivazione interna piuttosto che esterna. Anche l’epistemologia scientifica moderna appare fortemente centrata sull’’attenzione ai processi soggettivi di assimilazione delle conoscenze.

Il Counseling Maieutico è il punto di convergenza innovativo fra varie culture formative, consulenziali e psicopedagogiche: è una metodica con caratteristiche molto specifiche e esplicitamente finalizzate alla crescita personale. Offre la possibilità di portare, individualmente, in coppia, ma anche in équipe, i propri conflitti, le difficoltà relazionali, i blocchi operativi, per capire meglio il contesto critico. Per attivare una buona decantazione emotiva e individuare esiti trasformativi soddisfacenti e sostenibili.

È evidente che stiamo parlando di uno sguardo sulle risorse della persona che non ha nulla a che fare con la terapia, che invece implica qualcosa di malato e che ha come fine la guarigione o il contenimento.

Impostare un Counseling Maieutico, individuale, di coppia o di gruppo significa mettere in atto un processo che parte dall’’accoglienza e dall’’ascolto dell’’altro per attuare una “resistenza” attiva che, servendosi delle domande, aiuta le persone a spostarsi su territori inesplorati, a vincere le dinamiche consolidate, a sciogliere le difese alla scoperta di nuovi punti di osservazione e di nuove risorse da mettere in gioco.

La natura del Counseling non è terapia, ma è un momento evolutivo.

< Indietro
Lampadina counselor