Centro psicopedagogico per la pace e la gestione dei conflitti

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


Kit Pausa gomitolo

Litigare Bene


Kit Pausa Gomitolo
Strumento utile per favorire l'applicazione del metodo maieutico
nella gestione dei conflitti di bambini e bambine


Il litigio è una forma profonda di autoconoscenza, legata alla necessità di distinguere se stessi dagli altri, sviluppando la capacità di tenere conto della presenza altrui e di separare e individuare la propria opinione: una grande esperienza di differenziazione, autonomia e competenza relazionale.
Daniele Novara


Il metodo maieutico per gestire i litigi tra bambini



Attraverso il litigio il bambino impara:


  • a riconoscere se stesso e gli altri,
  • il senso del limite, individua, grazie alla resistenza che incontra,
  • a conoscere le proprie capacita e i propri difetti,
  • a sbagliare, a scoprire l’errore come momento evolutivo e creativo,
  • a gestire le proprie forze e a misurare quelle degli altri.


Il kit contiene alcune schede e alcuni materiali che possono aiutare a ritualizzare la gestione della conflittualità tra bambini trasformandola in una occasione di apprendimento.

Grazie al kit gli adulti possono
predisporre le condizioni perché bambini e bambine imparino a cavarsela da soli nelle difficoltà del litigio.

Puoi acquistare subito il kit utlizzando il modulo che trovi qui a fianco
oppure contattare
info@cppp.it 0523 498594

costo del Kit euro 24, comprensivi di spedizione postale

Acquisto con carta di credito o paypal

Kit Pausa Gomitolo
Kit Pausa Gomitolo
Strumento didattico per la gestione del litigio tra bambini
24.00 €
Aggiungi al carrello

Un commento di chi ha provato a utilizzare il Kit Pausa Gomitolo

Ho sperimentato il Kit con un gruppo di adolescenti il lunedì mattina dopo il Convegno, e condivido quanto i ragazzi con i quali lavoro lo abbiano percepito come un opportunità reale di espressione di loro stessi e quindi di autentico ascolto. 
È come se avessero capito che stabilire chi ha ragione o torto, diventa secondario rispetto all'opportunità di spiegarsi e spiegare cosa è successo, prima a loro stessi e poi allo gruppo. Grazie!
Enrico Davolio


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu