Centro psicopedagogico per la pace e la gestione dei conflitti

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


Cosa vuoi da me papÓ?

Proposte per > Insegnanti e genitori > Percorsi didattici

COSA VUOI DA ME PAP└?
Un progetto pedagogico di teatro interattivo

CĺŔ un imprevisto nel video con il testamento del vecchio padre imprenditore.
Chiede ai tre figli di donare gran parte delle sue sostanze ad associazioni umanitarie di varia natura, impegnate in azioni di promozione sociale e di tutela ambientale.
Si Ŕ svegliato tardi il vecchio padre, ma ora chiede con determinazione ai figli di seguire le sue indicazioni.
Peccato che Stefano contasse sullĺereditÓ per mettere a posto alcune faccende personali.


Attraverso un pretesto teatrale, il video-testamento del padre che pone ai figli la richiesta perentoria di donare la loro ereditÓ ad associazioni umanitarie, gli adolescenti entrano dentro la natura profonda di un conflitto che attiene la ragione stessa dello stare al mondo, ossia la capacitÓ di sintonizzare i propri bisogni con quelli collettivi. Nel teatro si chiede ai ragazzi uno sforzo effettivo di riflettere assieme all'attore sulla valenza simbolica del rapporto intergenerazionale e sulle aperture o chiusure che questo consente.
Cosa vuoi da me papÓ? rappresenta un'
occasione unica nel suo genere per uscire dalla lamentositÓ e vivere il conflitto adolescenziale come fattore di crescita, come elemento imprescindibile per uscire dall'autocompiacimento narcisistico.
Daniele Novara

I ragazzi sembrano rifiutarsi di passare dall'adolescenza all'etÓ adulta. In tanti si crogiolano in casa coi genitori, permanendo in uno stato di semi-autonomia, giustificato sul piano pratico ma poco efficace per la loro crescita. In questa palude si creano le condizioni per atteggiamenti di progressivo disimpegno rispetto alla dimensione pi¨ strettamente collettiva e pubblica.
Dentro questo nuovo scenario sociale si colloca la proposta di questo spettacolo: un progetto innovativo che utilizzando lo strumento teatrale interattivo consente ai ragazzi e alle ragazze in adolescenza, di porsi domande cruciali relative alla loro esistenza.

Da questa situazione nasce un dialogo interno che pone al centro dello spettacolo interattivo sia il rapporto padri-figli, sia lo "stare al mondo" inteso come capacitÓ di rispondere non solo ai bisogni personali ma anche a quelli collettivi.
Il pubblico viene pertanto chiamato a entrare dentro questo conflitto, per offrire non tanto risposte ma sensazioni, esperienze, emozioni.


Obiettivi
. Proporre un evento formativo interattivo che possa stimolare riflessioni e consapevolezza
. Stimolare riflessioni personali su cosa comporti l'
imparare a "stare al mondo"
. Stimolare riflessioni e apprendimenti sulle
possibilitÓ di gestione dell'esperienza conflittuale

Destinatari
Ragazzi dai 16 ai 18 anni in gruppo classe o in gruppi educativi formali e informali.
Date le sue caratteristiche, a ogni spettacolo interattivo possono partecipare al
massimo 100 ragazzi.

Informazioni tecniche
Guarda la locandina dello Spettacolo


Per informazioni:

elisa.mendola@cppp.it

Per saperne di pi¨:

- Leggi Il tiro mancino del padre al figlio insicuro, źLibertÓ╗, 19 ottobre 2009.

-
Leggi E. Passerini, Cosa vuoi da me papÓ?, źConflitti, Rivista italiana di ricerca e formazione psicopedagogica╗, 2/2008

- Leggi
Cosa vuoi da me papÓ, źConflitti, Rivista italiana di ricerca e formazione psicopedagogica╗, 1/2006


Torna ai contenuti | Torna al menu