Centro psicopedagogico per la pace e la gestione dei conflitti

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


Conflitti, litigi... e altre rotture

Proposte per > Insegnanti e genitori > Percorsi didattici

Conflitti, litigi ...e altre rotture
Mostra interattiva per ragazze e ragazzi tra gli 11 e i 14 anni

In una fredda serata invernale due porcospini decidono di riscaldarsi stringendosi il più possibile uno contro l'altro, ma si accorgono ben presto di pungersi con gli aculei. Allora si allontanano, tornando però a sentire freddo. Dopo tante faticose prove i due porcospini riescono a trovare la giusta posizione che permette loro di scaldarsi senza pungersi troppo.
(Liberamente tratto da A. Shopenhauer)

Un'occasione per imparare a litigare bene

Da sabato 11 a sabato 18 febbraio 2017 la mostra resterá allestita a Varese

presso Villa Baragiola in via Caracciolo 46

Scarica la locandina con il programma

I conflitti sono una risorsa. Coi conflitti si cresce: nei conflitti si diventa grandi.
Questo in poche parole il senso della mostra interattiva Conflitti, litigi e altre rotture ideata e promossa dal Centro Psicopedagogico per l'educazione e la gestione dei conflitti di Piacenza.
La mostra rappresenta un'
occasione unica per affrontare in maniera diversa un elemento, il conflitto, che troppo spesso viene sovrapposto, semanticamente, alla guerra e alla violenza e che, nella nostra cultura è connotato di significati negativi e contraddittori. La mostra insegna allora che conflitto e violenza sono due concetti antitetici, e che spesso la violenza nasce piuttosto come tentativo di sopprimere il conflitto, cioè la divergenza e la differenza.

La mostra è un percorso guidato e interattivo attraverso il conflitto, in cui i ragazzi sono protagonisti.
Strutturato in 10 tappe fondamentali è pensato appositamente per la fascia d'età tra gli 11 e i 15 anni e, attraverso una successione di attività, stimoli e domande che favoriscono il confronto, avvia nei partecipanti la discussione e la ricerca sul conflitto e aiuta a sdrammatizzare lo stesso concetto di contrapposizione.
La sceneggiatura che accompagna il percorso ha una grafica colorata e avvincente, e strumenti come il
Diario di Bordo rendono il percorso più agile e chiaro.

Leggi i commenti di bambini e ragazzi che hanno seguito il percorso


La mostra è uno strumento maieutico: unica nel suo genere insegna ai ragazzi, a partire da loro stessi e dalle riflessioni che stimola sui loro conflitti e sulle loro peculiari modalità di affrontarli, che la relazione può essere mantenuta anche in presenza di difficoltà e contrasti e che dai conflitti si imparano molte cose di noi e degli altri, in particolare come vivere assieme alla "giusta distanza".
Nata nel 1999,
allestita con successo in gran parte d'Italia e acquistata anche dal Canton Ticino, è la prima mostra sul conflitto realizzata interamente in Italia, ed è unica nel suo genere a livello europeo. Nel 2008, sulla base dei suggerimenti e dei riscontri ottenuti in più di dieci anni di allestimenti, è stata rinnovata nei contenuti e nella forma per poter venire incontro sempre meglio alle esigenze degli insegnanti e stimolare la capacità di attenzione e riflessione degli allievi.

Ma il percorso non si chiude con la mostra: è previsto per gli insegnanti il Libro Mastro, un libretto con proposte di attività didattiche, strumento di lavoro che potrà essere utilizzato in seguito per il lavoro didattico nelle classi.

Prova il test: Che bestia sei? che è presente su uno dei pannelli della mostra

Per informazioni:
info@cppp.it

il video che racconta la mostra

Per allestire la mostra


È possibile prenotare la mostra interattiva e allestirla nella propria scuola
o comunque sul proprio territorio
.


- Scheda Tecnica

A Varese da sabato 11 a sabato 18 febbriao 2017

Per saperne di più:

- Leggi M. Pucci, La mostra Conflitti, litigi e altre rotture nel Canton Ticino, «Conflitti, Rivista italiana di ricerca e formazione psicopedagogica», 3/2006.

-
Leggi E. Cusimano, Conflitti, litigi e ...altre rotture. Uno strumento per la preadolescenza, «Conflitti, Rivista italiana di ricerca e formazione psicopedagogica», 2/2006.


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu